ART PROJECTS

I gioielli viventi di Daniela Luzzu _ Elena Paloscia  11/03/2017 

 

Daniela Luzzu, jewelry designer sperimenta medium diversi tra cui la stoffa, la gomma e la carta rivisitati in direzioni non “convenzionali”. Più linee di ricerca caratterizzano il marchio Double zed - ispirato alla doppia zeta del suo cognome - ma un solo grande obiettivo ne costituisce il trait d’union: trasferire nel manufatto le proprie percezioni del mondo circostante estrapolando talvolta, una sensazione, un dettaglio, un segno. 

_

Elementi da cui nascono lavori con una struttura sempre ben precisa, estrosi dal carattere volitivo, per donne che sanno indossarli senza temere di essere sopraffatte. Il gioiello diventa così un’estensione che esprime creatività o rigore, in grado di rendere chi lo indossa un tutt’uno con l’ambiente circostante o che, delimitando con tratti decisi il confine tra corpo e spazio gli conferisce una nuova identità. 

PERFORMANCE : Museo del Bijoux CONTEMPORARY DANCE (2017) Necklace “Collana di spine e colibrì